Anji Bai Cha

Inviato da:

Da molto tempo ho in progetto di scrivere un articolo sul Matcha, il tè usato nella Cerimonia giapponese del tè, e finalmente mi ero deciso a concretizzare quest’idea. Proprio in quel periodo faccio un salto al mio negozio di riferimento: per alcune scelte poco ponderate e un poco di casualità, mi ero ritrovato con tanti tè neri o aromatizzati, ma praticamente senza tè verdi, e mentre scorro il catalogo del negozio, mi salta tra gli occhi qualcosa a me sconosciuto: l’Anji Bai Cha. Alla commessa gli si illuminano gli occhi, e credo ben oltre il mero elemento del prezzo (decisamente elevato). Assaporo le foglie, mi incuriosisco e lo acquisto: come pochi altri tè, non lo custodiscono in ampi contenitori di metallo dal quale estraggono quanto richiesto dal cliente, ma lo vendono direttamente in sacchetti da 50 grammi provenienti così dalla Cina.

La storia dell’Anji Bai Cha è di per se semplice: la sua produzione è molto recente, dato che risale al 1982, il suo nome si traduce in Tè bianco dell’Anji, ma in realtà si tratta di un tè verde. Il suo nome è un riferimento storico (o per meglio dire leggendario). Si ritiene che i germogli dai quali viene prodotto questo tè derivano da quelli antichissimi che venivano usati dall’imperatore Huizong, del quale ho accennato nelle pagine relative alla Storia del tè: si narra che solo lui conoscesse la loro ubicazione nelle sue vaste coltivazioni, e che era il suo tè preferito, e che veniva per l’appunto chiamato Tè bianco. Molto probabilmente questa definizione è direttamente correlata all’aspetto dei germogli stessi, chiari e dai riflessi argentati. In seguito le tracce di questo tè si persero nel tempo, tanto da ritenerlo una leggenda fino alla sua riscoperta nel 1982, avvenuta casualmente.

L’Anji Bai Cha viene coltivato esclusivamente nelle contea omonima nella zona montuosa del Mu Tian, e il periodo di raccolta è limitato al solo mese di Marzo quando la temperatura oscilla tra i 7°C e il 10°C, principalmente per evitare di raccogliere foglie che a causa dell’aumento della temperatura stagionale le rendono meno dolci e più verdi. Questo lo rende un tè non facile da trovare per via della sua relativa bassa produzione annuale, che in parte giustifica il prezzo elevato, ma non solo: l’Anji Bai Cha è considerato uno dei tè verdi più pregiati in assoluto, dotato di caratteristiche uniche nel suo genere, tale che nel 2010 al World Culture Exposition di Shanghai è stato scelto dalla Cina per rappresentarli.

L’Anji Bai Cha è facilmente riconoscibile sin dal primo sguardo alle foglie: hanno un aspetto sottile, lungo e fino che ricorda degli aghi o piccole lance, con un colore verde brillante caratteristico e riflessi argentati. Già da queste è possibile assaporare il profumo variegato prodotto da questo tè, un misto tra il dolce, il fruttato (agrumato) e il note floreali.

Anji Bai Cha - Foglie

In quanto tè verde, è possibile usare più volte le stesse foglie, e in questo caso si consiglia fino a 3 infusioni. Si tratta di uno dei tè dalle proprietà benefiche più interessanti: per via del terreno, le caratteristiche della pianta e le tempistiche di raccolta, si presenta povero di clorofilla e di polifenoli, ma ricchissimo di amminoacidi e di teanina, ma soprattutto contiene elevate quantità di polisaccaridi in grado di inibire l’emolisi delle cellule del sangue. In parole povere favorisce la rigenerazione dei globuli rossi; ha inoltre capacità antinfiammatorie.

Anji Bai Cha - Infuso

L’infuso si presenta leggero al palato, ma anche estremamente complesso di sapori: di colore pallido, sprigiona sapori in cui spiccano quelli dell’orchidea, di agrumi e di noci, dal carattere dolce. Queste sue caratteristiche lo rendono apprezzabile a molti tipi di palati, e per la sua morbidezza adatto a qualunque momento della giornata.

Tipologia Verde
Provenienza Cina, Contea di Anji
Soprannomi Tè Bianco dell’Anji
Dati di infusione (250 ml) 3,5 g, 80 °C, 3 minuti
Colore infuso Giallo molto pallido
Sapore Dolce e morbido, note floreali di orchidea, di agrumi e noci

 

0
  Related Posts

Aggiungi un commento